Alla nostra età, perdere un cane dopo quattordici anni significa dire addio a qualcuno che ci ha accompagnati per metà dell’esistenza, sempre presente in quelli che forse ricorderemo come i giorni più belli e spensierati della nostra vita.
Nel caso mio e di Andrea, anche qualcuno che ci ha fatti incontrare, innamorare e decidere di progettare un futuro insieme. Qualcuno come Ulisse, che è stato testimone e artefice di decisioni importanti, che ci ha obbligati a prendere posizione, a ritrovarci spesso da soli contro tantissimi ma che ci ha anche regalato un sogno e tanti attimi di vera felicità.
Dopo la sua morte, quest’estate, le abbiamo provate tutte per tamponare la ferita: parlato di lui, scritto di lui, dipinto di lui, stampato le foto che lo ritraevano e che per anni avevamo lasciato in sospeso.

In momenti come questo è normale circondarsi di ricordi, perchè ci aiutano a accettare la paura che si prova al pensiero di lasciare andare un affetto, allo stesso tempo è importante metabolizzare il dolore per guardare avanti ed essere pronti ad accogliere con serenità tutto quello che ci attende lungo la strada.
E per farlo avevamo bisogno di chiudere il cerchio.
Da questo sentimento è scaturita la volontà di realizzare quello che in questi anni molte persone ci hanno chiesto, ma che noi, forse per senso di inadeguatezza o pudore, non so dirlo, non abbiamo mai avuto l’ardire di concretizzare, ovvero la versione cartacea dello Standard Illustrato.

Per chi si fosse collegato solo adesso, lo Standard Illustrato, che in tempi non sospetti si chiamava PhotoStandard, è nato nel 2014 sulla base di un’idea semplice ma visionaria: decodificare lo Standard del Bracco Italiano attraverso le immagini, usando Ulisse come “indossatore”, per fare in modo che i termini e le spiegazioni più complesse risultassero chiare e comprensibili anche ai non addetti ai lavori.
Giovani e squattrinati ma con tanta voglia di fare e un bracco coi “cosiddetti”, dopo un lungo lavoro di ricerca e postproduzione, creammo qualcosa di grande, un’opera senza precedenti che immediatamente riscosse un successo inaspettato.
Pochi giorni dopo la pubblicazione sul sito infatti, la Bracco Italiano Society of America ce ne richiese una versione in inglese da utilizzare come dispensa per la formazione dei nuovi giudici, da lì a poco il progetto venne osannato da tanti altri club di razza europei e preso a modello per innumerevoli tentativi di emulazione.
Sta di fatto, oltre ad essere stato il primo del suo genere (momento pippobbbaudo), il nostro Standard Illustrato ad oggi resta anche l’unico ad essere stato interamente realizzato con un cane in carne e ossa che, dimostratosi all’altezza della sfida, ha avuto il privilegio di rappresentare la razza in giro per il mondo. Anche per questo, poter condividere la nostra tribolata creazione con chiunque l’abbia apprezzata fino ad ora è stato ogni volta motivo di grande orgoglio.

Alla memoria di Ulisse, al fine di celebrare ciò che è stato per noi e per le persone che gli hanno voluto bene dedichiamo il nostro primo libro: un volumetto che raccoglie lo Standard Morfologico e lo Standard di Lavoro, realizzati grazie a lui e dentro i quali il suo ricordo potrà vivere per sempre.

libro-sul-bracco-italiano-1

Per info e prenotazioni potete contattarci via mail: bracchireggiani@hotmail.com, oppure tramite i nostri canali social.

Grazie a tutti coloro che hanno già accolto Ulisse nella propria casa, nella memoria e nel cuore.

Andrea & Giulia

Commenti

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: