La regina della nebbia

Venti kilometri al giorno, dieci all’andata, dieci al ritorno,venti kilometri al giorno.. cantava in una vecchia canzone di italo-blues quel grande artista di Nicola Arigliano raccontando le peripezie podistiche di un giovane che percorreva tutta quella strada per sentirsi rispondere “picche” dalla sua bella non più interessata a uscire con lui. Venti chilometri al giorno,…

Continua a leggere

Pianura fagiana

Un plumbeo pomeriggio di una domenica ottobrina. L’immobilismo del cielo grigio parebbe contagioso e allora per vincere l’abbiocco post pranzo, propongo a Giulia di fare 2 passi nei campi vicino a casa, portando con noi Ulisse e il fucile, insomma uscendo a caccia. Presto fatto, caricato il bracco e infilati gli scarponi, dopo 5 minuti…

Continua a leggere

Do you speak english?

Visto che all’inizio della settimana, la zampotta di Ulisse si presentava preoccupantemente gonfia, a malincuore ho dovuto lasciare a riposo il mio gran bracco rassegnato ad imitarlo, ma sotto l’insistenza dei miei compagni di caccia – amici fraterni – ho capitolato e li ho seguiti nell’uscita programmata. Smessi quindi i panni del braccofilo, mi sono…

Continua a leggere

Kinder, Ulisse e i fagiani mannari

Nei giorni precedenti all’uscita, aveva imperversato un fortissimo vento freddo per cui avevo deciso che la giornata di caccia si sarebbe svolta in una stretta valle, che ritenevo ideale a dare rifugio agli animali che volevano sottrarsi alla furia dell’elemento. Dopo essermi messo scarponi e ghette, assieme a Ulisse e Kinder ho dato inizio alle…

Continua a leggere

Al beccaccino in Toscana

In amore sono stato fortunato: oltre ad essere amato da una bellissima ragazza pisana, il caso ha voluto che anche nella sua famiglia ci sia un amore viscerale per i cani e – ciliegina sulla torta – suo padre cacciatore, sia un estimatore del cane da ferma. Inevitabilmente, quando scendiamo in Toscana a trovare la…

Continua a leggere