Should I stay or should I go?

Uno degli aspetti con cui è più difficile scendere a patti quando si possiede un bracco italiano, è l’impatto che l’indole del cacciatore può avere sulla nostra quotidianità, catapultandoci in un sacco di situazioni non sempre facili da gestire. Tipo ritrovarsi il giardino disseminato di merli in rigor mortis perchè planati nel posto sbagliato in…

Continua a leggere

L’Olena che verrà

Secondo mia madre, il giorno più brutto delle nostre vite sarebbe stato quello in cui Olena avrebbe dovuto assistere, impotente, allo stillicidio delle famiglie che si sarebbero presentate per portarle via gli amatissimi cuccioli. Nella sua testa, probabilmente, andava in onda da mesi un cortometraggio strappacuore con protagonista Olena che, dopo aver tentato invano di…

Continua a leggere

Le Idrovore – and then there were…3!

Con la conferma della gravidanza di Olena, avevo ripromesso a me stessa e al blog un’opera senza precedenti di smartellamento dell’internet a proposito del lieto evento, con continui aggiornamenti sui cuccioli attraverso articoli scritti bene, dettagliati, puntuali e costellati di foto memorabili, che rendessero immortali i momenti più belli della nuova avventura. E invece due…

Continua a leggere

Le Idrovore – 1 week to go

Mentre scrivo, i cuccioli al loro 54* giorno di vita, sono alle prese con l’ennesimo tentativo di evasione di massa dal recinto di legno, ormai troppo stretto, ormai troppo basso, strillando come disperati, facendo sponda uno sull’altro per facilitarsi il lavoro. Molto rilassante. Non importa che sia la più piccola, la più magrolina e quella…

Continua a leggere

La maledizione dei Baskerville!

Vi presento le Idrovore a 46 giorni. Non sventolerò giudizi di parte sull’estetica di ognuno di loro, perchè si sa che ogni scarrafone è bello a mamma sua, mi limito a dire che da questa nostra primissima cucciolata, non potevamo augurarci niente di meglio. I Maschi Le Femmine

Continua a leggere

Le Idrovore- Days in the sun

C’è vita là fuori e dopo anni di pioggia servita in umido padano, i cuccioli sono finalmente potuti uscire dalla stanza per approdare nel recintino antipanico (il mio panico) schiaffato in giardino, e direi che ne sono rimasti abbastanza soddisfatti. https://www.youtube.com/watch?v=-660Rx2KnCM Da qui si può fraternizzare con i richiami degli animali, soprattutto i fagiani, si…

Continua a leggere