La mostra ed can a San Pool 2015

Se c’è una cosa di cui noi wannabe handlers e tutte le altre razze di novellini della cinofilia abbiamo bisogno, è fare esperienza.
Imparare. Il più possibile, cogliendo ogni occasione che si presenti, da gente che di certa roba ne sa a pacchetti.
Conoscere. Persone con la nostra stessa passione, che hanno già affrontato quello che stiamo passando noi, capaci di indirizzarci, farci coraggio o con la dritta giusta magari di risolverci il problema della vita.
Confrontarsi. Con i compagni di sventura a bordo ring, con il giudice di turno, con il nostro cane e con noi stessi, sbattendo contro i propri limiti sorprendendosi delle proprie capacità.
Per questo e molto altro, le esposizioni amatoriali sono un trampolino di lancio fondamentale per chi come me ha deciso di immolarsi ed accompagnare personalmente il proprio cane sui ring del Campionato Italiano ma prima ha un disperato bisogno di farsi le ossa, respirando l’atmosfera vera delle competizioni di bellezza.
Ecco perchè è bene organizzare eventi così importanti, ecco perchè è importante che certi eventi siano organizzati bene. Come nel caso dell’esposizione di San Polo d’Enza tenutasi il 2 giugno scorso, durante la quale io e Olena abbiamo avuto il privilegio di debuttare.

Bellissimo il Parco Lido di San Polo che ha fatto da cornice alla manifestazione.
Spazioso, pulitissimo, ben servito, traboccante di ombra per tutti dentro e fuori da ring.
Ampissimo il programma, zipillo di eventi dalla demo dei pastori tedeschi, alla prova di cerca del tartufo, alla sfilata con premiazione dei bastardini.
Bravi i giudici, non ufficiali ma estremamente preparati, seri senza essere seriosi, disponibili a dare dritte e consigli a tutti, deligenti ma informali.
Grandiosa l’idea del pre-ring dove i cani venivano fatti schierare prima di entrare così che i giudici potessero farsi un’idea e scremare più velocemente dopo il primo giro di ring, proprio come quella di annunciare le razze concorrenti al microfono.
Stupendi gli omaggi, utili e ricchissimi i premi, davvero alla portata di tutti i partecipanti – se ce l’ho fatta io…

Cercavo un’occasione per mettere in pratica quello che avevo imparato e non avrei potuto essere più esaudita di così.
Nel giro di un pomeriggio mi sono ritrovata a calcare il ring 4 volte, di corsa – io che non correvo dalla terza media – con un caldo allucinante, le tasche piene di bocconcini al pesce e il cuore in gola.
Ma superando ogni più rosea aspettativa sia io che Olena siamo sopravvissute e con non poche soddisfazioni!

Da qui:
– 6* Miglior Giovane (primo salame)
– 1* Gruppo 7 (altro salame)
– 9* Best in Show (macchina per il caffè + cialde)

E queste sono le foto controsole della nostra prima esibizione!

Ci vediamo a San Polo 2016!